Baltimora
Blog detail
274

Baltimora: una bella scoperta Mice

A meno di un’ora di treno da Washington, Baltimora è una città interessante e dotata di strutture e attrattive anche per chi organizza congressi ed eventi

Baltimora Baltimora Baltimora Baltimora Baltimora Baltimora

Ancora poco conosciuta dai viaggiatori Mice italiani, Baltimora offre alle aziende numerose attrattive e una rete di strutture all’avanguardia tecnologicamente attrezzate come il centralissimo Baltimora Convention Center, numerosi alberghi downtown con grande capacità ricettiva e sale riunioni di tutti i tipi in grado di accogliere anche i maxi congressi.
Baltimora è servita dal proprio aeroporto, il Baltimore- Washington International Airport, comodo da raggiungere anche in treno, ma anche dal grande aeroporto di Washington Dulles International che dista un’ora in macchina. I treni Amtrak collegano efficacemente tutte le città costiere; da evitare l’auto: a Baltimora si incrociano le più caotiche e affollate interstatali.

Baltimora tra parchi e colline

Capitale del piccolo stato del Maryland, Baltimora si trova sul fiume Patapsco, non lontano dalla Baia di Chesapeake, ed è uno dei centri storici degli Stati Uniti: a Fort Henry, che ne difende l’accesso dal mare, si tenne un celebre assedio degli inglesi all’epoca dell’Indipendenza americana nel 1812.
Ricca di parchi, giardini e spazi pubblici, Baltimora è anche conosciuta come Monumental City perché a Mount Vernon Place, una collinetta che segna il centro cittadino, fu innalzata una colonna alta 40 metri sormontata da un’enorme statua di George Washington.
Il centro cittadino si sviluppa sull’acqua un’escursione in motoscafo alla scoperta dell’estuario è uno dei must della visita della città, la cui visita è gradevole in tutte le stagioni.

A spasso per la città

Baltimora offre una serie di musei assai interessanti, che possono essere visitati anche facendo uso della Harbor Pass, una carta di accesso valida per più giorni destinata ai  visitatori

  • National Acquarium: vanta numerose vasche con 20mila specie animali, adatto ai bambini ma anche agli adulti
  • Harbor: ormeggiate nel porto, si trovano cinque navi storiche, tra cui il sommergibile USS Torsk, l’antica USS Constellation e il Taney
  • Maryland Science Center: espone mostre di scienza e tecnologia con un chiaro intento didattico molto tipico nei musei statunitensi
  • Baltimore Museum of Art: si trova nella zona universitaria di Baltimora, dove l’architettura vittoriana rende caratteristiche le case a due piani, contornate da giardinetti e dalle porte colorate. L’edificio centenario in stile classico è un must-see, così come la collezione di oltre 90mila pezzi di pittura e scultura provenienti da tutto il mondo che spaziano dall’antichità ai post impressionisti
  • Walters Art Museum: in Charles Stree, si trova questa collezione privata di rara ricchezza in particolare per la scultura greca, i sarcofagi romani, l’arte medioevale e i codici miniati, i gioielli Art Nouveau e le opere di artisti americani.
  • Johns Hopkins University: uno dei centri di eccellenza in campo medico, famoso a livello internazionale sia il campus che l’ospedale

Dove soggiornare

Tutte le principali catene alberghiere internazionali sono presenti a Baltimora con hotel di grandi dimensioni in posizione centrale e con eccellenti dotazioni:
- Four Seasons
- Hyatt
- Hilton
- Radisson
- Sheraton

Ma sono presenti anche alcuni gruppi americani poco conosciuti in Europa, ma molto diffusi nelle principali città degli Stati Uniti, come il gruppo Kimpton Hotels &Restaurants e il Sonesta Hotels & Resorts. L’alta torre in mattoni rossi del Royal Sonesta domina il porto interno con camere dalla vista suggestiva: si pranza e si cena in un’atmosfera coloniale al primo piano al ristorante Explorers.

#VieDellIncentive

ULTIMI ARTICOLI NELLA RUBRICA destination

#
Bologna con le ali
24/5/2018
di Davide Deponti
#
Costa Smeralda: dove nuotano i sogni
9/5/2018
di Aura Marcelli
#
Baltimora: una bella scoperta Mice
27/4/2018
di Leonardo Felician
#
I colori di Verona e dintorni
18/4/2018
di Luciana Sidari
#

Cerca Articoli WEB