Blog detail
49

Sostenibilità ambientale. Dal Lago di Garda al mondo, grazie a Lefay Resort & SPA

Questo brand è indubbiamente portavoce di un nuovo concetto di lusso: fatto di spazi e silenzi, di benessere e attenzione ai dettagli, ma anche e soprattutto fortemente connesso con la sostenibilità ambientale. Un valore, questo, oggi sempre più prezioso
 

Pool Infinity_1 Resort Lake view_2 Pool Indoor Outdoor_3 Restaurant La Grande Limonaia_4

Il benessere della persona non può prescindere da quello dell’ambiente circostante. È questa la premessa su cui si fonda la filosofia dell’ospitalità firmata Lefay Resorts. Il primo sforzo per  ridurre l’impatto ambientale delle proprie strutture è stato fatto già in fase progettuale. Nel caso di Lefay Resort & SPA Lago di Garda, l’edificio non solo è pienamente integrato nel paesaggio circostante, ma è stato anche costruito in modo da garantire massimo isolamento termico, adesione morfologica alle strutture tipiche della zona, utilizzo di materiali naturali e provenienti dal territorio per gli arredi interni.

Dal 2011 Lefay Resorts è anche la prima azienda italiana del settore turistico ad aver sottoscritto un accordo con il Ministero dell’Ambiente per progetti mirati alla neutralizzazione delle emissioni di CO2. La compensazione avviene tramite l’acquisto di crediti CERs (in conformità al Protocollo di Kyoto), destinati al sostegno di progetti per la riduzione di emissioni in Italia e nei Paesi in via di sviluppo. Per formalizzare il proprio impegno nei confronti dell’ambiente, Lefay Resorts ha ottenuto una serie di prestigiose certificazioni internazionali, rilasciate attraverso la conferma di criteri specifici verificati da enti terzi.

Progetto “Lefay Total Green”

Dopo aver effettuato il calcolo delle emissioni di CO2, Lefay Resort & SPA Lago di Garda, attraverso il progetto Lefay Total Green, si è impegnata a compensarle tramite l’acquisto di pari crediti verificati, sul mercato internazionale. Il primo anno di compensazione è stato il 2013. La compensazione avviene scontando la residua quota di emissioni carboniche con l’acquisto di crediti CERs riconosciuti dall’ONU in osservanza alle disposizioni del Protocollo di Kyoto per contribuire alla realizzazione di progetti che consentano la riduzione di emissioni di CO2 e di altri gas serra da realizzarsi in paesi in via di sviluppo e non. Per la compensazione delle emissioni relative all’anno 2017, Lefay ha scelto di finanziare quattro progetti internazionali:

1. Metro Delhi, India

Il primo, già scelto per la compensazione delle emissioni del 2016, è “Metro Delhi, India” e ha l’obiettivo di introdurre misure di efficienza energetica in una serie di edifici delle stazioni della Metro II di Delhi. Il risparmio di emissioni associate al progetto si basa sulla diminuzione del consumo di elettricità da parte degli edifici delle stazioni e consente quindi che l’energia risparmiata possa essere indirizzata verso altre attività importanti per la comunità. In India la domanda di energia elettrica è in costante crescita e l’offerta non è spesso in grado si soddisfarla; il progetto contribuisce quindi in modo concreto a soddisfare il fabbisogno di elettricità degli abitanti e a migliorare la qualità della loro vita.

2. Hyfro Power Poject, Andra Pradesh, India

Il secondo progetto è “Hydro Power Project, Andra Pradesh, India”, ed è stato sviluppato per soddisfare la crescente richiesta di energia elettrica attraverso la produzione di energia da fonti rinnovabili. Nello specifico questo progetto prevede l’installazione e la messa in funzione di 6 turbine idroelettriche fluviali nello stato indiano di Andra Pradesh, contribuendo a rendere la zona meno dipendente dai combustibili fossili, esauribili e fortemente inquinanti come il carbone.

3. Uganda Borehole Project, Africa

Il terzo progetto è “Uganda Borehole Project, Africa” e si caratterizza per avere rilevanti ricadute in campo sociale ed ambientale. Il progetto soddisfa i più elevati requisiti in termini di sostenibilità, trasparenza ed effetti sociali positivi ed è certificato Gold Standard dal WWF. Il progetto è sviluppato in una delle aree più povere dell’Uganda e si propone di fornire acqua potabile a centinaia di famiglie nei distretti di Alebtong, Dokolo e Otuke. Sono previste la creazione di pozzi sotterranei e l’istituzione di un processo di potabilizzazione che non richieda più la bollitura dell’acqua, che implicava l’utilizzo di legna da ardere per il processo di depurazione con la conseguente produzione di elevate emissioni di CO2 associate alla combustione. Il progetto intende anche tutelare gli ecosistemi forestali locali, riducendo l’utilizzo di legna da ardere e il conseguente disboscamento massivo.

4. Saint Nikola Winf farm

Il quarto progetto è stato invece scelto in Europa. Il “Saint Nikola Winf farm” è il più grande impianto di generazione eolica in Bulgaria. Il parco eolico, oltre a ridurre drasticamente le emissioni di CO2 associate al processo di combustione per la produzione di energia, contribuisce anche al rilancio economico ed allo sviluppo sostenibile dell’intera regione che lo ospita. Il parco eolico è stato inoltre progettato in modo tale che il terreno su cui si trovano le pale possa continuare ad essere utilizzato come terreno agricolo al fine di non ostacolare la coltivazione di terreni e la produzione agroalimentare della zona.

Anche gli ospiti che scelgono le strutture Lefay Resorts partecipano a questi progetti: l’azienda infatti destina all’acquisto dei crediti di carbonio parte della tariffa. In questo modo sono gli stessi ospiti a contribuire alla compensazione delle emissioni di CO2 che il loro viaggio e il loro soggiorno hanno generato.
Una filosofia che presta attenzione all’ambiente e che verrà messa in pratica in tutti i progetti del Gruppo: l’impegno nei confronti della sostenibilità verrà riconfermato anche a Lefay Resort & SPA Dolomiti, il secondo gioiello della Collezione che aprirà nell’estate 2019 nella splendida cornice delle Dolomiti (dichiarate dall’UNESCO “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”): la struttura, i cui lavori sono iniziati nella primavera 2017, rispetta i principi della bio-architettura e utilizza i più preziosi materiali locali. Lefay Resort & SPA Dolomiti prevedere la realizzazione di 86 Suite a partire da 57 mq, 23 residenze, due ristoranti, una serie di servizi esclusivi tra cui ski & bike room e un’esclusiva SPA di 5000 mq.
Per comunicare in modo chiaro e trasparente l’impegno assunto, dal 2014 Lefay Resorts ha deciso di riepilogare nel Bilancio della Sostenibilità gli importanti risultati raggiunti e gli obiettivi di miglioramento attesi.

Per maggiori informazioni sulla struttura, clicca su “dettagli” della scheda della Directory:

Lefay Resort & Spa Lago di Garda
Lefay Resort & Spa Lago di Garda
L
Via Feltrinelli 136
25084 Gargnano (Brescia) - +39 0365241800

Cerca Articoli WEB