Il meglio del turismo business&leisure

Principato di Monaco
Blog detail
86

Il Principato di Monaco punta al MICE e lancia una nuova campagna

Il 2016 è stato un anno dai risultati sorprendenti nel turismo d’affari, Sandrine Camia, direttrice del Convention Bureau della Direzione del Turismo e dei Congressi, racconta la nuova campagna corporate che promuove il MICE monegasco 

Principato di Monaco_1 Principato di Monaco_2 Principato di Monaco_3 Principato di Monaco_4 Principato di Monaco_5 Principato di Monaco_6 Principato di Monaco_7

Ogni anno vengono organizzate oltre 500 manifestazioni nel Principato di Monaco, tra i settori che maggiormente usufruiscono della professionalità monegasca troviamo quello delle tecnologie dell’informazione  e della comunicazione, i laboratori farmaceutici e il settore medico, bancario, finanziario e assicurativo. Dati interessanti quelli della DTC: nel 2016 la quota di mercato è aumentata del 4% e il numero dei pernottamenti del 12,6%, risultati che anche quest’anno hanno fatto investire nel settore MICE, in particolare con una nuova campagna corporate.

Sandrine Camia, direttore del Monaco Convention Bureau, spiega le ragioni per le quali è stata intrapresa questa nuova campagna e quali sono gli obiettivi del 2017. “La campagna vuole ridurre il problema della percezione della nostra destinazione”, dice Camia, “vogliamo superare gli stereotipi legati al Principato, senza però rovinare la sua immagine, ma semplicemente guardandolo da un altro punto di vista”, sono  infatti i giochi di parole e l’umorismo che capovolgono i luoghi comuni della destinazione a caratterizzare l’intera campagna del 2017. Expertise, servizio, talento, su misura, sono le keywords tradotte in immagini iconografiche e slogan accattivanti incentrati sulla nozione di accoglienza, creatività e professionalità. “Il Convention Bureau ripropone una campagna articolata sulla base della precedente”, afferma Camia, ”vogliamo distogliere l’attenzione dai nostri cliché - tornei di tennis, Formula 1 e celebrità - per poter insistere sui nostri asset, non sempre conosciuti, come le competenze e la professionalità degli esperti MICE, il valore che attribuiamo al denaro, il senso di responsabilità e il fatto di essere una destinazione rilevante per il mercato MICE in Europa”.

Il successo della campagna del 2016 destinata ai decision-makers del MICE ha portato la DTC a investire 180.000 euro per il 2017, in cui sono compresi gli investimenti nel design e nella diffusione tramite media. “Il target di riferimento della campagna”, spiega Camia, “sono gli organizzatori di congressi e convention, uffici aziendali e associazioni che si occupano del settore MICE. Continuiamo comunque a concentrarci sul settore medico, IT e finanziario, poiché rappresentano il 50% del settore MICE presente a Monaco”. La situazione attuale è pertanto molto positiva e in crescita, ma si guarda già al futuro, “Il nostro obiettivo iniziale per il 2018 è quello di avere 200.000 presenze. Ad oggi abbiamo raggiunto le 160.000 presenze, e probabilmente ci vorrà più tempo per raggiungere il nostro obiettivo. Vogliamo anche guadagnarci il 30% del market share del turismo globale. Avevamo il 17% nel 2011 e raggiunto il 25% nel 2016”. In un contesto mondiale fragile, il mercato del turismo d’affari monegasco regge molto bene. Il Principato continua ad andare per la maggiore tra i suoi clienti – il 41%  dei pernottamenti complessivi è dato da clienti fidelizzati – e tra i principali attori del settore, merito dei suoi punti di forza, del suo dinamismo e della sua capacità di adeguarsi a un mercato in costante mutamento. 

Per info: 
Monaco Convention Bureau 
Boulevard des Moulins, 2
98000 Monaco
+377 92166116 
scamia@gouv.mc 
http://www.monaconventionbureau.com/

Ufficio del Turismo e dei Congressi del Principato di Monaco 
Via Mosè Bianchi, 2
20149 Milano
02 86458480 
gsvezia@gouv.mc

Cerca Articoli WEB