Il meglio del turismo business&leisure

Blog detail
216
2019

WWF Italia e Federalberghi Roma siglano l’accordo plastic free

L’Italia del turismo e della ricettività lancia un messaggio: gli alberghi italiani dicono no alla plastica monouso e a quella non necessaria, avviando la modifica della politiche di gestione della plastica per adottare un approccio più sostenibile che si prenda cura del futuro del Pianeta.

“Roma parte per prima in Italia, con i suoi alberghi, nel restituire il rispetto che merita all’ambiente”, così ha commentato Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma subito dopo aver siglato l’accordo plastic free insieme a Donatella Bianchi, Presidente di WWF Italia. L’iniziativa che punta alla riduzione dei consumi e all’eliminazione della plastica monouso e non necessaria negli hotel, anticipa la Direttiva europea dello scorso marzo che stabilisce alcuni importanti cambiamenti a partire dal 2021 per la salvaguardia della natura e dei mari.

Gli alberghi romani tra i primi per la salvaguardia dell’ambiente

La plastica che si vede sulla superficie delle acque è solo una piccola parte di quella realmente presente sui fondali marini. Secondo le stime pare infatti che nel 2050 ci sarà tanta plastica quanti pesci. Tra gli effetti più dannosi troviamo l’usa e getta che i turisti ogni giorno utilizzano nei circa 33 mila alberghi d’Italia, basti pensare che una sola grande struttura consuma ogni giorno circa 200 mila flaconi di shampoo, creme e balsamo.

Di tutto questo si è fatto portavoce anche l’esploratore e fotografo Alberto Lucia Recchi, fondatore della Fondazione Recchi, che pratica immersioni da circa 40 anni e che ha visto con i suoi occhi quanto sono inquinati i fondali marini tanto  da vedere “pesci che facevano slalom tra piatti, bicchieri e flaconcini”. Proprio da qui è nato il progetto

Proprio da qui è nato, nel 2018, il progetto siglato da WWF Italia e Federalberghi Roma lo scorso 6 giugno e al quale hanno già aderito diversi esponenti dell’hotellerie romana come Grand Hotel de La Minerve, Hotel Hassler, Hotel De Russie, Hotel Lord Byron, Cavalieri Waldorf Astoria e i gruppi Prim spa e Roscioli.

Cerca Articoli WEB