Hotel Manager Italiano 2018
Blog detail
2910

Patrick Recasens è l’Hotel Manager Italiano 2018

Il premio è stato conferito durante la riunione autunnale di EHMA Italia a Venezia
 

Da sinistra Patrick Recasens e Ezio A. Indiani_1

Senso imprenditoriale, un’esperienza di oltre trent’anni e un’indiscussa capacità di concepire e realizzare l’innovazione: ecco alcune delle motivazioni che hanno convinto la giuria a conferire il Premio “Hotel Manager Italiano dell’anno 2018” di EHMA Italia al socio Patrick Recasens. A consegnarlo nelle mani del Direttore Generale del Pullman Timi Ama Sardegna di Villasimius, il delegato nazionale Ezio A. Indiani, General Manager dell’Hotel Principe di Savoia di Milano, in occasione del Meeting autunnale del Chapter Italiano di EHMA (European Hotel Managers Association) che si è svolto all’Hotel Excelsior Venice Lido Resort dal 26 al 28 ottobre. Le candidature sono state espressione di manager di altissimo livello: a contendere il premio a Patrick Recasens c’era infatti Luca Virgilio, General Manager di un’icona dell’ospitalità capitolina come l’Hotel Eden.

La scelta dei giudici è ricaduta su Patrick Recasens per l’ampio respiro internazionale del suo know how, per l’abilità nell’armonizzare tra loro gli standard dell’hôtellerie del lusso, i valori dello sviluppo sostenibile e la presenza consapevole nel territorio in cui opera; senza dimenticare gli eccellenti risultati di gestione e la capacità, nei 15 anni della sua direzione, di sviluppare e posizionare il brand in un contesto altamente competitivo per il mercato del lusso come la Sardegna. A ciò si deve inoltre aggiungere l’attiva partecipazione del Direttore Generale del Pullman Timi Ama Sardegna alle iniziative di EHMA. «Ancor prima delle sue straordinarie doti professionali, quello che però emerge dal percorso del nostro vincitore è il messaggio che consegna ai colleghi e alle nuove generazioni di manager: un messaggio che riflette, in un’epoca d’inaridimento culturale e sociale, le peculiarità di un mestiere che rinviene ancora nella persona, prima ancora che nelle tecnologie, la sua pietra angolare», è stato il commento del Delegato Nazionale Ezio Indiani al momento della consegna del premio.

La Giuria

La Giuria era formata da: Magda Antonioli, Docente Associato al Dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico Università Bocconi Milano; Gianfranco Battisti, Presidente Federturismo Confindustria e AD Ferrovie dello Stato Italiane SpA; Antonio Caneva, Editore di Job in Tourism; Matteo Caroli, Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese; Direttore del Master in Tourism Management all’Università LUISS Roma; Michele D’Andrea, Comunicazione Istituzionale; Franco Fontana, Business Assurance Intertek South Europe Person Certification Manager; Ruggero Lensi, Direttore Generale UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione); Mario Mancini, Editore - Communication Agency; Paride Marini, Studio Notarile Marini Roma; Massimo Nava, Editorialista Corriere della Sera; EHMA Italia, giurato interno che dall’anno scorso rappresenta il voto unico della delegazione italiana.

Un breve ritratto di Patrick Recasens

Abbandonata l’idea di laurearsi in legge per dedicarsi al piccolo albergo della zia, Patrick Recasens inizia una lunga carriera che lo conduce passo dopo passo dall’hotel di famiglia degli inizi ai grandi complessi pluristellati e ai vertici dell’hôtellerie internazionale. Un percorso che lui stesso considera l’evoluzione naturale di una scelta altrettanto istintiva, tanto da potersi quasi definire una vocazione. Attraverso lo sviluppo dei principali parametri economici e qualitativi, uniti a una grande attenzione alla sostenibilità, intesa non solo come strategia green ma anche di sviluppo sociale ed economico del territorio ospitante, Patrick Recasens porta in questi anni il suo Pullman Timi Ama a livelli di grande eccellenza qualitativa ed economica. E ciò arricchendo per di più ciascuna iniziativa e progetto con una profonda passione personale, nonché con grande motivazione e coinvolgimento di tutti gli attori della filiera, interni ed esterni; i dati finanziari, occupazionali e gestionali del resort da lui diretto portano il segno tangibile di un successo incontrovertibile.

Un breve ritratto di Luca Virgilio

Con una lunga carriera internazionale alle spalle, trascorsa soprattutto tra Londra e Montecarlo, Luca Virgilio assume la guida dell’Eden al termine dei lavori di ristrutturazione dell’hotel, riuscendo fin da subito a ridare alla struttura tutto quel prestigio e quello charme che ne fanno da sempre uno dei più affascinanti hotel della Capitale e uno dei primi per qualità del servizio, collocazione urbanistica ed eccellenza della ristorazione. Il tutto assemblato con un inconfondibile touch di informale ed elegante semplicità.

Ehma: un po’ di numeri

EHMA - European Hotel Managers Association è stata fondata a Roma nel 1974 da alcuni executive dell’industria alberghiera di indiscussa etica professionale con il desiderio di mantenere e incrementare l’immagine del patrimonio alberghiero.

È composta da dirigenti di alberghi di alto livello che tendono costantemente al miglioramento della loro professionalità e di quella del loro personale, al fine di mantenere, perfezionare e innovare i servizi da offrire alla loro clientela. Attualmente l’Associazione conta oltre 400 soci rappresentanti 29 paesi europei di cui circa 300 sono Direttori Generali di alberghi di lusso. In cifre, questo rappresenta circa 300 alberghi, 85.000 camere e 65.000 dipendenti.

La Delegazione Italiana è la più numerosa di EHMA vantando un totale di 107 soci; quelli italiani si riuniscono periodicamente invitando rinomati speaker del panorama italiano, dando vita a fondamentali scambi professionali e umani.

Cerca Articoli WEB