Il meglio del turismo business&leisure

Blog detail
101
2020

Parchi divertimento patrimonio di valore per il territorio

Con un indotto stimato di 800 milioni di euro, cresce l’importanza dei parchi divertimento visti non più solo come un momento per rilassarsi, ma come occasione per visitare anche il luogo circostante.

Parchi divertimento_1

Divertimento, svago, relax con amici e famiglia ma anche un’ottima occasione per scoprire il territorio circostante. Quello dei parchi divertimento è, infatti, un comparto in costante sviluppo che in Italia arriva a contare circa 230 strutture tra parchi tematici, acquatici e faunistici con un indotto stimato in 800 milioni di euro.

Ecco allora che i parchi diventano vere e proprie destinazioni tematiche contribuendo alla crescita dei flussi sul territorio e migliorando ulteriormente la qualità e l’appeal dell’offerta turistica italiana sia internamente sia sul mercato nazionale.

L’impatto dei parchi divertimento sull’hotellerie

Tra gli obiettivi primari quello di destagionalizzare l’interesse delle persone di scegliere i parchi divertimento come meta e allungare i tempi di permanenza. Insomma bisogna puntare a raggiungere i livelli di altri Paesi UE, come Francia e Germania che hanno già identificato da tempo l’impatto che questi luoghi hanno sul turismo.

Guardando in particolar modo all’hotellerie, la crescita è decisamente positiva e in linea con l’andamento del settore nei principali paesi europei, basti pensare che nel 2018 sono stati venduti 1 milione di posti letto, considerando le strutture convenzionate e i resort all’interno dei parchi. Inoltre, Aldo Maria Vigevani, ceo di Gardaland, ha evidenziato che nella sola area del Garda si sono recentemente registrati 5,5 milioni di arrivi, 24 milioni di presenze e tra queste un buon 40% ha scelto come meta di destinazione il parco.

Infine, fattore non da poco, i rendimenti sono positivi anche per quanto riguarda l’occupazione creando 20.000 posti di lavoro stabili che arrivano a 60.000 con le assunzioni stagionali.

Non solo divertimento

E per chi si sente troppo cresciuto per i parchi divertimento, è utile ricordare che ve ne sono alcuni che ospitano anche ricerche, studi e progetti a salvaguardia dell’ambiente, permettendo a tutti di conoscere e toccare con mano anche queste realtà. Tra questi Zoomarine che ha avviato il primo e unico Centro di Recupero Tartarughe Marine del Lazio, vero e proprio pronto soccorso per questi animali.

ULTIMI ARTICOLI NELLA RUBRICA scenari-del-turismo

Il Mercato Centrale, le nuove piazze del cibo made in Italy
Micro Bleisure e il viaggio a portata di App
Dietro le quinte del TTG
Dietro le quinte del TTG
14/1/2020
di Maurizio Faroldi
Parchi divertimento patrimonio di valore per il territorio
Sale d’aspetto in aeroporto che passione

Cerca Articoli WEB