Il meglio del turismo business&leisure

Blog detail
115
2020

Firenze, verso un nuovo turismo

Un nuovo modello di governance e un turismo ancor più di qualità che punti sulla valorizzazione in chiave sostenibile del patrimonio della città. Del rilancio turistico di Firenze post Covid -19, si è parlato lo scorso 29 aprile nel webinar Firenze, “Dall’overtourism all'undertourism”, organizzato da Destination Florence CVB

Firenze post Coronavirus_1 Carlotta Ferrari CBI_2

Il Covid -19 sta fornendo un orientamento chiaro alla progettualità di istituzioni e imprenditori che operano nel settore del turismo e dell’ospitalità. Nei prossimi mesi niente sarà come prima, ma, in un futuro non lontano, che occorre costruire da adesso, potrebbe essere anche meglio. La pandemia potrebbe infatti essere la porta verso un mondo nuovo, l’occasione per uscire dalla scatola e immaginare paradigmi diversi per rilanciare la destinazione Italia nel mondo.

Il rilancio turistico di Firenze post Coronavirus

Di questo ne è fermamente convinto anche il Destination Florence Convention & Visitors Bureau - consorzio privato in prima linea nella promozione turistica della destinazione, partner del Comune di Firenze, con oltre 300 soci e partner privati della filiera turistico-congressuale, - che lo scorso 29 aprile ha organizzato un webinar dedicato rilancio turistico di Firenze post Covid-19.

A rafforzare il ruolo di Destination Florence CVB e la partnership ufficiale con il Comune di Firenze per la promozione turistica della città è anche l'accordo siglato a dicembre 2018 tra Comune di Firenze, Città metropolitana, Camera di Commercio e Università degli Studi di Firenze. Un protocollo tra attori pubblici del territorio che selezionava Destination Florence CVB come soggetto unico per ampliare il turismo di qualità e che poneva già tra i propri obiettivi iniziative di destagionalizzazione e delocalizzazione dei flussi turistici.

A livello regionale, il protocollo ha dato vita ad un piano molto operativo che riunisce mensilmente i soggetti coinvolti per condividere nuove strategie ed azioni concrete al fine di migliorare sempre di più la destinazione Firenze.

Inoltre, l'unità di crisi del turismo, costituita da Toscana Promozione Turistica per coordinare e sviluppare strategie per la ripartenza ed a cui Destination Florence CVB partecipa in qualità di partner del Comune di Firenze, va nella stessa ottica di fare sistema e affrontare come squadra il futuro.

Dall’overturismo a un turismo ancora più di qualità

«Il momento attuale che sta attraversando Firenze è drammatico e induce a porre in essere misure ed iniziative immediate che diano un po' di ossigeno al settore turistico locale. Al tempo stesso, però, rappresenta anche una straordinaria opportunità per riscrivere il futuro della nostra città, messo in discussione già da tempo per la sua sostenibilità», ha dichiarato Carlotta Ferrari, direttore Destination Florence CVB, aggiungendo che proprio questo «può essere il momento giusto per ripensare il modello di città in cui vogliamo vivere, riqualificando la nostra immagine ed offerta e investendo soprattutto sul rispetto dell'ambiente, la cura delle persone e del territorio per riportare, al posto di un turismo di massa pre Covid-19, un turismo di qualità, attento al nostro patrimonio artistico-culturale e grande fonte di ricchezza per il nostro territorio».

Opportunità e minacce di un futuro da riscrivere

Nel webinar “Firenze, dall'overtourism all'undertourism. Opportunità e minacce di un futuro da riscrivere” - promosso da Destination Florence CVB e facente parte dell'iniziativa Destination Talks – si è parlato di prospettive future e di un nuovo modello di governance per Firenze con un panel di ospiti d'eccezione, tra cui Dario Nardella, Sindaco del Comune di Firenze, che ha aperto il dibattito. Tra le priorità sono emerse, oltre alla riqualificazione dell’offerta turistica in termini dell’innalzamento della qualità sia dell’offerta che, di conseguenza della domanda, anche i temi della destagionalizzazione e delocalizzazione dei flussi turistici, della governance delle grandi comitive e dell’accoglienza sul territorio. Al dibattito, moderato da Ferrari, hanno preso parte Cecilia Del Re, Assessora al Turismo Comune di Firenze Luca Perfetto, CEO Florencetown e Membro CDA Destination Florence CVB, Eike Schmidt, Direttore Direttore Gallerie degli Uffizi di Firenze, Giancarlo Carniani, GM To Florence Hotels e Presidente sezione Albergatori di Confindustria Firenze; Francesco Palumbo, Direttore Toscana Promozione Turistica; Stefano Ciuoffo, Assessore al Turismo Regione Toscana.

Cerca Articoli WEB