Il meglio del turismo business&leisure

Viniexport.com
Blog detail
86
2017

VINIEXPORT.COM

Piattaforma innovativa e di facile utilizzo, offre tre principali vantaggi: ottimizzazione del prezzo di acquisto, servizio door to door, densità portafoglio.

Viniexport.com_1 Viniexport.com ecommerce_2 Viniexport.com_3

Viniexport (VX) è uno dei principali distributori digitale di vino in Italia, con un portafoglio di 5.000 + etichette e 200.000.000 di bottiglie potenzialmente disponibili per la vendita. “La nostra piattaforma è stata lanciata a ottobre 2015 e l’azienda ha chiuso il 2016 con oltre 1.000.000 bottiglie vendute e oltre due milioni di transato – spiega il CEO Eugenio Picca - un trend davvero positivo e che ci fa ben sperare per il futuro. In un’ottica di continua crescita apriremo entro i prossimi mesi una sede in Spagna, una su Londra e una su Berlino”.

Una borsa valori del vino Il progetto è nato nel 2015 con l’obiettivo di innovare il settore del trading nazionale e internazionale del vino. Il fondatore e CEO Eugenio Picca, 33 anni, MBA IE Madrid, con esperienza nel trading di commodities, è socio di maggioranza di Tenuta Merolla, una cantina di medie dimensioni in provincia di Benevento.  Nel 2015 dopo alcuni mesi di rifinitura del modello e validazione da parte del mercato, Viniexport.com diventata una Srl, grazie anche ad un investimento da parte del fondo di investimento FIRA Spa.Viniexport.com funziona come una borsa valori, in cui le singole denominazioni d’origine che identificano una tipologia di vino, cioè la vera chiave di ricerca con cui i compratori mondiali ricercano il prodotto, vengono quotate e scambiate attraverso un meccanismo ad asta a negoziazione continua.

Ottimizzazione prezzi e portafoglio  Il vantaggio derivante dall’uso di Viniexport per i compratori di vino è legato alla possibilità di azzerare i costi di selezione di nuovi produttori e all’ottimizzazione del proprio budget di spesa in funzione della qualità e del prezzo. 
“Il meccanismo di accesso alla piattaforma – ci spiega Eugenio Picca - è molto semplice. I produttori (Seller) che intendono vendere vino sul sito si registrano e spediscono un campione a VX. Un team di Sommelier, in partnership con Fondazione Italiana Sommelier, classifica il vino in una fra cinque possibili fasce di qualità/prezzo riferite ai vini appartenenti alla medesima denominazione. Il cliente, che accetta all’iscrizione di certificare il suo prodotto, entra allora in un circuito di ricerca globale, un aiuto prezioso per tutti quei pregiati produttori locali che hanno difficoltà ad accedere alle grandi piazze di acquisto”. Altro vantaggio connesso all’adesione a Viniexport per i produttori di vino, è infatti legato all’accesso ai grandi compratori nazionali ed internazionali, altrimenti arduo per tutte le PMI dedite alla produzione vinicola.

ULTIMI ARTICOLI NELLA RUBRICA trend

Novembre dalla Puglia a Londra sorseggiando una tazza di caffè
Brand Heritage. La storia d’impresa che diventa strumento di marketing
Trend hospitality
Trend hospitality
25/9/2019
di Delfina Reginè
Il turismo enogastronomico visto dai Millennial Foodie
I nuovi trend delle vacanze estive
I nuovi trend delle vacanze estive
7/8/2019
di Tiziana Conte

Cerca Articoli WEB